Musica

Intervista esclusiva a Sakküra: progetti futuri, sogni e “Wall Maria”

0

Con “Wall Maria” Sakküra continua il filone dell’anitrap, come da lui definito, prendendo spunto per il brano dalla serie anime “Attack on Titan”. L’artista racconta la storia d’amore di due persone che da piccole hanno affrontato singolarmente situazioni molto complicate. Quando si incontrano diventano l’una la spalla dell’altra, affrontando insieme le difficoltà che la vita gli presenta davanti, metaforicamente rappresentate dai “giganti” e dai “muri”.

 

Quando hai capito che la musica sarebbe stata il tuo futuro?

Ho capito che la musica sarebbe stata il mio futuro quando Marco Canigiula mi ha proposto di lavorare con lui. Fino a quel momento fare musica era un diletto, sognavo di lavorare in quest’ambito, ma fino a quel momento non era altro che un sogno. Con lui ho capito che vorrei fare questo nella vita e non lo ringrazierò mai abbastanza per la possibilità che mi ha dato.

 

Ti piacerebbe trasferirti in un’altra città per continuare il tuo percorso?

Certo, se necessario al mio percorso sarei più che disposto a trasferirmi. Mi piace cambiare e se è qualcosa che può influire sulla mia carriera lo farei più che volentieri.

 

Come sarà il tuo prossimo singolo? Puoi già anticiparci qualcosa?

Abbiamo qualcosa in cantiere, ma essendo un periodo di sperimentazione non ha ancora una forma propria, non saprei di preciso cosa anticiparvi se non che sarà qualcosa fuori dagli schemi.

 

Ci sono degli artisti emergenti che secondo te meriterebbero maggior successo?

Ad essere sincero non ho ascoltato nessun brano di artisti emergenti in questo periodo, essendo molto concentrato sul mio percorso non ho avuto modo di “tenermi al passo”. In ogni caso a tutti gli artisti emergenti consiglio sempre di sperimentare, non fermatevi mai, non fatevi abbattere e restate sempre voi stessi.

 

Instagram | Facebook

Dani White: “Chimera” è il nuovo singolo!

Previous article

“Giorni sospesi” è il nuovo singolo di Adolfo Durante: conosciamolo meglio

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Musica