CinemaFlash NewsNews

David di Donatello 2020, Il Traditore vince un’edizione virtuale ai minimi storici

0
David di Donatello Il Traditore
David di Donatello Il Traditore

Il Traditore di Marco Bellocchio è il trionfatore dei David di Donatello 2020 in un’edizione unica nella storia, la prima in virtuale con il solo Carlo Conti in studio. Il film sul pentito Buscetta si aggiudica i premi principali tra cui miglior film, miglior attore protagonista, miglior attore non protagonista, miglior regia e miglior sceneggiatura originale. Una vittoria schiacciante, davanti a Pinocchio e Il Primo Re fermi rispettivamente a 5 e 3 premi tecnici. Un’edizione che ha il minimo di ascolti tv nella storia di Rai 1, appena 8% di share e 2 milioni di spettatori.

Un’edizione come detto ridimensionata, in cui spicca il messaggio di Pierfrancesco Favino premiato per la prima volta in carriera come miglior attore protagonista:  “Prima del lockdown stavo andando a fare un appuntamento e nell’androne del palazzo ho visto una signora che mi ha detto di aver visto il film al cinema e mi ha fatto i complimenti. Sono orgoglioso di essere in una categoria che ha sempre avuto la forza di rialzarsi. Voglio dire che non vedo l’ora di tornare a trovare questa signora, spero che si lavori giorno e notte. Dedico questo premio ad un’altra signora di una certa età che è la mia mamma”.

Un messaggio carico di significato per i lavoratori invisibili, quelli dei titoli di cosa che spesso le persone neppure guardano lasciando la sala ma senza i quali il film non potrebbero neppure essere fatti. Tutti i premiati hanno ricordato la situazione d’emergenza coronavirus, che ha reso così minimale i David di Donatello 2020. Lo smoking però non poteva mancare per Roberto Benigni, battuto da Luigi Lo Cascio come miglior attore non protagonista, ma molto divertente come sempre: “Io sono uno che bacia e abbraccia, per me è difficile star fermo. Se fossi lì ti spoglierei tutto Carlo”, riferito al conduttore.

Divertenti anche i siparietti di Valeria Bruni Tedeschi che beve champagne da casa con Carla Bruni e parla di nominazione, mentre Jasmine Trinca festeggia con la figlia e il cartonato di Angelina Jolie. Detto della vittoria de Il Traditore non poteva mancare il messaggio di ringraziamento di Marco Bellocchio: “Sono contento per me stesso, ma per tutti gli artisti che mi hanno permesso di farlo. Ho 80 anni e per un po’ di anni spero ancora di poter fare dei film in cui credo”. 

I film che presto torneranno a far sognare nei cinema, come ha promesso il ministro Dario Franceschini: “Non ero con lo smoking, poi ho visto Benigni. Rispondo all’appello di Favino dicendo che sto lavorando 24 ore al giorno. Abbiamo esteso la cassa integrazione e il bonus di 600 euro. Lavoriamo per non lasciare indietro nessuno perché anche il più indifeso merita la protezione di una grande star. Non sappiamo al momento quando riapriranno i cinema, lo deciderà il comitato tecnico e scientifico. Hanno detto che si potranno riaprire le sale con misure di distanziamento e lunedì incontrerò il mondo del cinema. L’estate nelle arene potrà essere una buona soluzione. Dobbiamo ripartire il prima possibile”.

Tutti i premiati ai David di Donatello 2020

MIGLIOR FILM
Il traditore – prodotto da IBC MOVIE, KAVAC FILM, con RAI CINEMA per la regia di Marco BELLOCCHIO

MIGLIOR REGIA
Marco BELLOCCHIO per il film Il traditore

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE
Phaim BHUIYAN per il film Bangla

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE
Marco BELLOCCHIO, Ludovica RAMPOLDI, Valia SANTELLA, Francesco PICCOLO per il film Il traditore

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
Maurizio BRAUCCI, Pietro MARCELLO per il film Martin Eden

MIGLIOR PRODUTTORE
Andrea PARIS e Matteo ROVERE per GROENLANDIA, RAI CINEMA, GAPBUSTERS, ROMAN CITIZEN per il film Il primo re

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Jasmine TRINCA per il film La dea fortuna

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Pierfrancesco FAVINO per il film Il traditore

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Valeria GOLINO per il film 5 è il numero perfetto

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Luigi LO CASCIO per il film Il traditore

MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
Daniele CIPRI’ per il film Il primo re

MIGLIORE MUSICISTA
L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO per il film Il Flauto Magico di Piazza Vittorio

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE
“CHE VITA MERAVIGLIOSA” musica e testi di Antonio DIODATO, interpretata da DIODATO per il film La dea fortuna

MIGLIORE SCENOGRAFO
Dimitri CAPUANI per il film Pinocchio

MIGLIOR COSTUMISTA
Massimo CANTINI PARRINI per il film Pinocchio

MIGLIOR TRUCCATORE
Dalia COLLI e Mark COULIER (trucco prostetico) per il film Pinocchio

MIGLIOR ACCONCIATORE
Francesco PEGORETTI per il film Pinocchio

MIGLIORE MONTATORE
Francesca CALVELLI per il film Il traditore

MIGLIOR SUONO
Presa diretta: Angelo BONANNI
Microfonista: Davide D’ONOFRIO
Montaggio: Mirko PERRI
Creazione suoni: Mauro EUSEPI
Mix: Michele MAZZUCCO
per il film Il primo re

MIGLIORI EFFETTI VISIVI
Theo DEMIRIS e Rodolfo MIGLIARI per il film Pinocchio

MIGLIOR DOCUMENTARIO
Selfie di Agostino FERRENTE

DAVID GIOVANI
Mio fratello rincorre i dinosauri diretto da Stefano CIPANI

DAVID DELLO SPETTATORE
Il primo Natale di Salvo FICARRA e Valentino PICONE

DAVID SPECIALE
Franca Valeri

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
Inverno di Giulio MASTROMAURO

MIGLIOR FILM STRANIERO
Parasite di BONG Joon Ho (Academy Two)

Marco Quintili racconta l’emergenza coronavirus a 50TopPizza

Previous article

Vettel addio alla Ferrari al termine della stagione 2020

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Cinema