Musica

Daniele Coletta: “La musica è stata un processo naturale”

0

Ti piacerebbe iniziare a suonare uno strumento in particolare?

 Mi piacerebbe molto imparare a suonare la chitarra. Ho preso qualche lezione da piccolino, poi a causa di diversi impegni non sono riuscito a proseguire. Serve costanza come in tutte le cose.

 Com’è il tuo rapporto con gli haters? Ne hai qualcuno?

 Credo che tutti abbiano degli haters. Nel momento in cui diventi un “personaggio pubblico” troverai sempre qualcuno che andrà controcorrente e vorrà riversare qualche frustrazione su di te, ma a me non interessa. Anzi mi fa sorridere. Se non ti piaccio o non ti interessa la mia musica per quale motivo guardi i miei social e quello che posto o condivido in primo luogo?

 Spesso per iniziare a fare musica seriamente è necessario abbandonare certe abitudini e uscire dalla propria comfort zone. Nel tuo caso hai dovuto rinunciare a qualcosa?

 Per me la musica è stata un processo naturale. L’ho scelta io e lei ha scelto me ed è sempre stata la mia priorità perché mi rende sereno. Per questi motivi non mi sono mai sentito di aver “rinunciato” a qualcosa. Quando ero più piccolo ho scelto di passare più tempo a studiare che ad uscire con gli amici ma é stata una scelta. E poi a me piace molto ed in ogni circostanza uscire dalla mia comfort zone (sorride).

 Come molti sanno hai avuto anche un’esperienza in TV su rai 1. Ti ha aiutato per il tuo percorso musicale?

 Tutto ciò che ho fatto in Tv (e non solo) é stato d’aiuto per il mio percorso musicale. La tv ti da una visibilità molto amplia e grazie a questa molta gente inizia a conoscerti, a contattarti e ad offrirti lavoro. Ogni esperienza é un tassello che mi rende chi sono oggi.

“Ronchiverdi Club”, il nuovo grande successo di Jay-Carter

Previous article

Ciak Film Festival, premiata Gina Alice Stiebitz della serie Netflix Dark

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Musica