CulturaNews

Claudia Conte su YouTube con “Un Tè Con Te… in quarantena”, il filmato con tanti vip

0

Claudia Conte non ha perso tempo durante il lockdown, anzi, la sua è stata una delle “quarantene” più seguite sui social, per molti un immancabile parentesi quotidiana, per altri un momento di svago per attraversare con maggiore leggerezza le lunghe giornate a casa. La Conte, infatti, durante la fase 1 e 2 dell’emergenza coronavirus ha tenuto compagnia ai suoi follower, trasportandoli nel suo salotto culturale “Un tè con te” passando così dagli alberghi di Via Veneto dove ci aveva abituato un anno fa ai social. Claudia ha dato appuntamento tutti i giorni alle 17:30 sul suo profilo Instagram (claudiaconteofficial) ad amici e colleghi riproponendo il format che tanti consensi aveva raccolto.

 

“Ho pensato che fosse una buona idea – spiega l’ideatrice dell’happening – aggregare con appuntamenti fissi colleghi e amici, anche se ognuno a casa nostra. Un tè speciale, quindi, con attori, attrici, registi, produttori e scrittori. Abbiamo parlato di cinema e teatro ma anche di grandi temi di attualità per conoscere più da vicino i vip tanto amati dal grande pubblico e il loro punto di vista specie in questo momento così delicato”, riferendosi proprio alla situazione d’emergenza che abbiamo attraversato.

Claudia Conte e Denny Mendez – Talky

Le dirette sono nate con l’intento di superare il periodo difficile restando uniti e soprattutto senza perdere mai il sorriso e la speranza. Le interviste si sono svolte tra risate, riflessioni emozionanti sull’attualità e performance artistiche. Alla domanda posta da Claudia Conte – “con chi prenderesti il tuo tè più speciale?”- i suoi ospiti hanno stupito chi guardava dando risposte inaspettate. C’è chi ha scelto personaggi storici come Mandela o Einstein, chi ha optato per familiari che, causa quarantena, non vedevano da tempo.

Tra gli ospiti intervenuti nel corso dei vari appuntamenti troviamo il Boss delle pizze Luciano Carciotto, il mental coach Roberto Re, il noto hair stylist Kikò Nalli, Francesca Valtorta, Pino Calabrese, Emy Bergamo, Ivan Boragine, Marco Falaguasta, Karin Proia, Alma Manera, Massimiliano Vado, Massimiliano Bruno, Denny Mendez, Giulio Manfredonia, Maria Rosaria Russo, Pino Quartullo, Eleonora Ivone, Angelo Longoni, Roberta Giarrusso, Francesco Apolloni, Luca Capuano, Leonardo Bocci, Simone Amato.  Hanno collaborato alla realizzazione del web talk e del filmato Damiano D’Andrea e Cristina Dragut. L’iniziativa ha sensibilizzato a raccogliere fondi  per l’Ospedale Spallanzani di Roma.

 

 

Luca Notari in una versione molto personale di Intrument of Peace

Previous article

Premio Strega e Roma Lazio Film Commission, i finalisti raccontano i loro libri con le immagini

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Cultura